Si può morire durante un attacco di panico?
Si può morire durante un attacco di panico?
19 luglio 2017

Come puoi rispondere alle critiche degli altri? Sono sicura che anche tu, come tutti, ricevi parecchie critiche dalle persone che ti sono intorno. Dal capo, che ti rimprovera perché non hai svolto bene un lavoro, dal collega che ha da ridire su tutto quello che fai, dal genitore, dal fidanzato o dall’amico che ti dice che lo stai trascurando e che sei un egoista.

Tutti noi siamo sottoposti ai giudizi e alle critiche degli altri. E visto che è difficile che l’altro non esprimi più le sue critiche, ti conviene imparare a rispondere alle critiche nel modo migliore. Solitamente le persone rispondono alle critiche in 4 diversi modi (sono sicura che ti ritroverai in una o più di queste modalità di reazione):

  1. Accettano automaticamente la critica, come se questa fosse vera, e per tutta risposta cercano di cambiare per piacere all’altro.
  2. Rimangono in silenzio, come se la accettassero, mentre dentro di loro sono furiosi o desiderosi di ulteriori spiegazioni.
  3. Rispondono aggredendo l’altro e criticandolo di conseguenza.
  4. O in ultimo, la tirano per le lunghe per giustificare il proprio comportamento.

Secondo te quale di queste reazioni può andar bene? Qual è, tra questi, il modo migliore di rispondere alle critiche? In realtà nessuna di queste reazioni va bene, perché in questi esempi, si passa da un comportamento passivo ad uno aggressivo. Attraverso questi comportamenti non riuscirai ad esprimerti.  E non riuscirai neanche a rispondere all’altro facendogli capire il tuo punto di vista. Per reagire al meglio, e rispondere alle critiche che ricevi, ti consiglio di seguire questi 4 step!

 

Rispondere alle critiche step 1: chiediti se ti è stata fatta una critica costruttiva o distruttiva

La critica è un feedback che l’altro dà al nostro comportamento. Per essere costruttiva deve riferirsi a dei nostri comportamenti, non alla nostra persona. Dire “sei un egoista” è un attacco alla persona. Dire “ieri ti sei comportato da egoista perché non mi hai chiamata”, è una critica al comportamento. Se una critica non riguarda un comportamento specifico, allora è una critica distruttiva. E le critiche distruttive non vanno prese in considerazione, perché non sono né adeguate né significative.

 

Rispondere alle critiche step 2: comprendi meglio la critica che ti è stata fatta e circoscrivila

Se la critica non ti è chiara, prima di rispondere, prova a comprendere meglio di cosa si tratta. Spesso le persone criticano in modo generico e ostile dicendo: “vedi, fai sempre così” o “non capisci mai quello che ti dico”. Quindi, fatti dire dall’interlocutore, esattamente, qual è il comportamento che ti sta criticando. Per raggiungere questo obiettivo, fagli delle domande. Ad esempio:

  • “come mai mi dici questo?”
  • “cosa intendi quando mi dici “fai sempre così”, così come?”
  • “quando è successo che mi sono comportato così?”

Queste domande ti serviranno a raccogliere informazioni più precise ed eventualmente a ridimensionare e circoscrivere la critica.

 

Rispondere alle critiche step 3: chiediti se la critica che ti è stata fatta è vera e se ti è utile

Non aderire subito a quello che ti è stato detto, ma rifletti sulla critica per verificarla. Bisogna tenere presente che non tutte le critiche sono vere e non tutte le critiche sono utili. Alcune critiche possono essere false. Altre critiche possono essere vere, ma tu puoi ritenere inutile modificare il tuo comportamento. In altre parole per te “va bene così”. Altre ancora, possono essere vere e anche molto utili. Perchè ti permettono di riflettere e di cambiare un comportamento che, tu per primo, reputi negativo o disfunzionale

 

Rispondere alle critiche step 4: rispondi alla critica!

Solo a questo punto, dopo aver esaminato e compreso la critica, puoi comunicare all’ altro quello che pensi. Se sei d’accordo con la critica che ti è stata fatta, accettala e riconosci il tuo errore. Non cercare di addurre giustificazioni o scuse. Dì semplicemente “hai ragione” o “mi dispiace se non ho capito quello che mi stavi dicendo”. Se invece non sei d’accordo con la critica che ti è stata fatta, rispondi dicendo cosa ne pensi. Ma attenzione, inizia sempre la frase con: 

  • “capisco il tuo punto di vista…”
  • “ho capito quello che dici…”

E solo dopo aggiungi il tuo pensiero dicendo: 

  • …ma sai, non sono d’accordo con te”  
  • “…ma io penso che…”

 

Se segui questi passaggi riuscirai a reagire e a rispondere alle critiche degli altri in modo più efficace. Prova e poi mi dirai che ne pensi! Ah un’ultima cosa….se la critica è vera, oltre ad accettarla e riconoscerla, prova a cambiare il tuo comportamento…potresti trarne dei benefici! 😉

Qui di seguito troverai il link del video su come rispondere alle critiche: https://www.youtube.com/watch?v=4XFE4aBgYZk