Mente critica e pensieri negativi
21 novembre 2018
Ansia: perché ne soffri ancora?
27 novembre 2018

Come reagire alle tue autocritiche e affrontare le credenze negative

Quante volte di fronte alle avversità hai reagito dicendoti: “sono un buono a nulla”, “sono una stupida”, “non sono capace”…..E poi come hai reagito? come ti sei sentito? Scommetto che ti sei intristito, hai mollato la presa e ti sei arreso alle avversità.

 

Offrontare le credenze negative

Ora ti spiegherò come affrontare le credenze negative che hai su di te!

Se incontri un ubriaco in mezzo alla strada che ti aggredisce e ti dice: “sei un buono a nulla! Non sei capace! Smetti di lavorare!” Come reagisci? Scommetto che non dai credibilità alle sue parole e continui la tua vita come se nulla fosse.

Se una persona gelosa ti dice in un momento di collera: “sei una buona a nulla! Sei una stupida!” come reagisci? Sono sicura che non tieni conto delle sue accuse e anche se dovessi tenerne conto, perché ti irritano, le metti poi in discussione dicendo: “Non è vero quello che lei mi sta dicendo, non sono una buona a nulla!”

Ma cosa succede quando sei tu stesso che ti rivolgi simili accuse? Ci credi. Non le metti in discussione, anzi, le tratti con estremo rispetto. Perché pensi che visto che sei tu a dirle, devono essere necessariamente vere. Questo è un terribile errore.

Anzi, ti dirò di più, le accuse che rivolgi a te stesso di fronte alle avversità, possono essere tanto distorte quanto quelle di un ubriaco, tanto infondate quanto quelle di una rivale gelosa.

Queste credenze negative non sono altro che cattive abitudini di pensiero, che si sono formate nel corso di esperienze pregresse. I conflitti dell’infanzia, la severità dei genitori o le critiche eccessive di un insegnante…hanno dato vita alle credenze distorte che oggi hai su di te.

 

Mettere in discussione le credenze negative

Per questo motivo, tue credenze negative possono essere messe in discussione, così come le accuse che ci sono rivolte da un’altra persona.

Solo perché abbiamo paura di non essere adatti ad un impegno, non significa che lo siamo davvero. Solo perché pensiamo di non essere amabili, non significa che lo siamo davvero. Solo perché abbiamo la sensazione di essere inadeguati, non significa che lo siamo davvero.

Quindi, quando hai delle credenze negative su di te, e pensi di non essere abbastanza capace, intelligente o amabile fatti questa domanda…Se queste parole fossero state pronunciate dal tuo peggior nemico, come gli risponderesti? Aspetto la tua risposta….