Rispondere alle critiche in modo efficace attraverso 4 step!
Rispondere alle critiche in modo efficace attraverso 4 step!
20 novembre 2017
Happy Dolphin, Libro - Ilaria Riviera, Roberta de Angelis
HAPPY DOLPHIN
8 settembre 2018

VIDEO: SI PUÓ MORIRE DURANTE UN ATTACCO DI PANICO?

Molte persone mi chiedono: Dottoressa, si può morire durante un attacco di panico? La “paura di morire” è presente in tutte le persone che soffrono di attacchi di panico.

Questo perché durante l’attacco di panico si provano delle sensazioni fisiche molto sgradevoli che all’improvviso diventano fortissime. Si sente il cuore che batte all’impazzata, si avvertono dei giramenti di testa, sembra di non riuscire più a respirare. E ovviamente si pensa al peggio: Mi sta venendo un infarto. Ho un ictus. Sto soffocando.

Anche se le sensazioni che hai durante un attacco di panico ti fanno pensare che sta succedendo qualcosa di brutto.  Non è così, non sta succedendo niente di brutto e soprattutto, non stai per morire!

 

Perché è impossibile morire durante un attacco di panico

Ora ti spiegherò perché durante un attacco di panico è matematicamente impossibile che tu possa avere un infarto, un ictus oppure che tu possa morire soffocato.

Non puoi avere un infarto! Cos’è un infarto? Un infarto è “la morte di un tessuto”. Si ha un infarto quando il cuore non batte più perché non riceve un adeguato apporto di sangue ossigenato. Non quando batte più velocemente. Devi anche sapere che durante l’attacco di panico il corpo secerne adrenalina. E l’adrenalina, non solo non danneggia il cuore, ma durante gli attacchi cardiaci viene iniettata direttamente sul cuore per riattivarlo. Ti ricordi nel film “Pulp Fiction” la scena in cui Uma Thurman ha un infarto? Cosa fanno a quel punto? Siringa di adrenalina dritta nel petto e lei si salva la vita…d’accordo è un film, ma nella realtà funziona praticamente così.

Non puoi neanche avere un ictus! perché l’ictus è un “infarto cerebrale”, si verifica quando una parte del tessuto cerebrale non viene più irrorata a causa del flusso sanguigno bloccato. E questo non può succedere durante un attacco di panico. Perché, durante l’attacco di panico il sangue scorre anche più agevolmente del normale, a causa della vasodilatazione.

Non puoi morire neanche per soffocamento! Quand’è che si soffoca? Quando c’è un’ostruzione delle vie interne, ad esempio quando ti si ferma qualcosa in gola. Oppure quando c’è un’ostruzione esterna, quando non c’è aria, per esempio sott’acqua. Ma se non c’è niente che ostruisce, non si può soffocare. Respirare inoltre è un’azione automatica, regolata dal cervello, che funziona indipendentemente dalla nostra volontà. La sensazione di “fame d’aria”, quella che senti durante l’attacco di panico, è un indicatore (per il Sistema Nervoso Autonomo che bisogna) (che serve ad) incrementare il ritmo del respiro. Infatti durante l’attacco di panico si inizia ad iperventilare. Quindi non solo respiri, ma respiri anche di più!

Insomma, come avrai capito durante l’attacco di panico il corpo si attiva, viene rilasciata adrenalina, si introduce più ossigeno, il sangue scorre più velocemente e questo comporta delle sensazioni fisiche. È come quando si corre. Quando corri accadono le stesse cose nel tuo organismo, respiri di più, il cuore batte più forte, ma tu non te ne preoccupi, lo consideri una cosa normale. Quando ti arriva un attacco di panico e sei fermo sul divano, tutto questo ti sembra strano e là ti preoccupi. Ma non devi, perché per il tuo cervello c’è un pericolo in quel momento e lui ti prepara a correre!

Quindi ora cosa pensi? Hai ancora paura di morire??