Affrontare lo stress
Affrontare lo stress in modo positivo
28 giugno 2017
Rispondere alle critiche in modo efficace attraverso 4 step!
Rispondere alle critiche in modo efficace attraverso 4 step!
20 novembre 2017

Si può morire durante un attacco di panico?

Si può morire durante un attacco di panico?

L’articolo di oggi risponde ad una domanda che mi è stata fatta molto spesso dai miei pazienti….Dottoressa, si può morire durante un attacco di panico? la risposta secca non basta, le persone non ti credono se dici semplicemente di no. Ecco perché ho illustrato i motivi per cui non si può morire durante un attacco di panico!

 

Perché le persone hanno paura di morire durante un attacco di panico?

Una delle principali paure delle persone è quella di morire durante un attacco di panico. Si ha paura di morire in diversi modi, per un infarto, un ictus o per soffocamento. Ma come mai si sviluppano queste paure? A causa di alcuni sintomi che si sperimentano durante l’attacco di panico:

  • sensazione di stordimento e vertigini
  • tachicardia e dolore al petto
  • respiro affannoso e sensazioni di soffocamento
  • tremori agli arti
  • brividi e vampate di calore
  • dolore allo stomaco

Se poi ci aggiungi che tutte queste sensazioni sgradevoli, si avvertono all’improvviso e aumentano nell’arco di pochi minuti, diventa facile pensare che sta succedendo qualcosa di tremendo, che il nostro corpo non funziona più e che stiamo per morire!

Il pensiero “sto per morire” arriva a tutti durante un attacco di panico perché non si conosce quello che sta realmente avvenendo all’interno del corpo!

 

Cosa accade nel corpo durante un attacco di panico?

L’attacco di panico avviene quando nel cervello suona un campanello di allarme che indica che c’è un pericolo (non entreremo nel merito del perché suona l’allarme). Sappi però che il cervello, da bravo colonnello, predispone il corpo ad una rapida reazione, per far in modo che la persona sia pronta a lottare o a fuggire dal pericolo. Durante l’attacco di panico nel corpo avvengono i seguenti cambiamenti fisiologici:

  • viene rilasciata adrenalina,
  • il respiro si fa più frequente, i polmoni si espandono, aumentando la quantità di ossigeno disponibile per i muscoli;
  • il ritmo cardiaco e a la pressione del sangue aumentano, in modo da trasportare velocemente l’ossigeno e il nutrimento richiesto dai muscoli;
  • il sangue viene dirottato principalmente ai muscoli;
  • aumenta il sudore per contrastare il surriscaldamento del corpo;
  • la digestione si ferma, la bocca produce meno saliva e viene rilasciato il glucosio per fornire energia;

Tutto il corpo si prepara a reagire e ad emettere il comportamento di lotta o fuga. Solitamente però questo comportamento non avviene, perché non ce n’è realmente bisogno, e le modificazioni del corpo diventano dei sintomi sgradevoli.

 

Motivi per cui non si può morire durante un attacco di panico

Anche se le sensazioni del corpo ci fanno pensare che sta succedendo qualcosa di brutto, non è così, non stiamo per morire durante un attacco di panico. Si tratta di sensazioni sgradevoli dovute ai cambiamenti fisiologici, ma non sono pericolose! Ora entrerò ancora di più nello specifico per spiegarti perché non è possibile morire durante un attacco di panico:

 

  • Non puoi morire durante un attacco di panico per infarto

    Si ha un infarto quando il cuore non batte più per non aver ricevuto un adeguato apporto di sangue e ossigeno. Non quando batte più velocemente. Ma non è finita qua! Come ti ho spiegato prima, durante l’attacco di panico il corpo secerne adrenalina, che aumenta il ritmo cardiaco per far lavorare il corpo più velocemente. L’adrenalina, non solo non danneggia il cuore, ma durante gli attacchi cardiaci viene iniettata direttamente sul cuore per riattivarlo. Hai presente la scena del film “Pulp Fiction”, quando Uma Thurman va in overdose? Ecco, accade esattamente quello, per salvarle la vita, le fanno una siringa di adrenalina. Insomma, si tratta di un antidoto naturale contro l’infarto!

 

  • Non puoi morire durante un attacco di panico per ictus

    Qua te la faccio più breve! L’ictus si verifica quando una parte del tessuto cerebrale non viene più irrorata dal sangue a causa del flusso sanguigno bloccato. Nell’attacco di panico, non c’è un blocco del flusso sanguigno. Anzi, il sangue scorre anche più agevolmente a causa della vasodilatazione.

 

  • Non puoi morire durante un attacco di panico per soffocamento

    Prova a pensare alle situazioni in cui si può soffocare….Si soffoca quando c’è un’ostruzione delle vie interne, ad esempio quando c’è qualcosa in gola. Oppure quando c’è un’ostruzione esterna, ovvero quando non c’è aria, ad esempio sott’acqua. Ma se non c’è niente che ostruisce non si può soffocare! Respirare inoltre è un’azione automatica regolata dal cervello che funziona indipendentemente dalla nostra volontà. La sensazione di “fame d’aria” è dovuta al bisogno di incrementare il ritmo del respiro per prepararsi allo sforzo fisico da compiere. Infatti durante l’attacco di panico, non solo si soffoca, ma si ipervenitila, ovvero si respira più velocemente e più profondamente.

Quindi non si può morire durante un attacco di panico, né per infarto, ictus e soffocamento, né per altre cause. Prova a ricordartelo quando stai per sperimentare un attacco di panico, questo pensiero ti aiuterà a tranquillizzarti! 😉

Per approfondire l’argomento, leggi quest’altro articolo in cui ti consiglio 3 strategie per gestire al meglio gli attacchi di panico! 

Attacchi di panico: tre strategie per gestirli

 

Riferimento bibliografico:

  • Wells, A. (1999). Trattamento cognitivo dei disturbi d’ansia. Milano: McGraw-Hill.